Salta al contenuto
Ultima modifica: gio, 06 feb 2020 07:51:05 +0100 - Id: 236058

Fiorenzuola News Fiorenzuola News

Indietro

Programma degli incontri del Gruppo di Lettura e Conversazione della Biblioteca Comunale di Fiorenzuola Febbraio 2020

Ogni giovedì pomeriggio dalle 14.30 alle 16.30 presso la Biblioteca comunale "Mario Casella" si riunisce il Gruppo di Lettura della Biblioteca comunale di Fiorenzuola d’Arda (Pc), dove condividere leggendo e commentando con gli altri brani delle tue letture preferite o dei tuoi scritti (poesie, racconti, articoli e riflessioni
INFO 347.2983592 - ingresso libero.

SPAZIO RICREATIVO SETTIMANALE DEL CAFFE' LETTERARIO
ALLA SALA LUMINOSA DEL BAR DELL'OSPEDALE DI FIORENZUOLA

OGNI SABATO dalle ore 16 alle 17
BOOK CROSSING: DISTRIBUZIONE GRATUITA DI LIBRI E RIVISTE
GIOCHI (scacchi e burraco) e TEST PSICOLOGICI
CORSI GRATUITI DI SCACCHI E BURRACO
PICCOLI GRUPPI DI CONVERSAZIONE
LETTURA ENERGETICA DELLA MANO CON VISUALIZZAZIONE DELLO STATO MENTALE
PRESENTAZIONE DI LIBRI
INCONTRO CON ARTISTI
presso il Caffè Letterario del bar dell'ospedale in via Roma 35
INFO 347.2983592 - ingresso libero.

Appuntamenti di FEBBRAIO 2020 ALLA SALA LUMINOSA DEL BAR DELL'OSPEDALE DI FIORENZUOLA DALLE ORE 17 ALLE 18

Fiorenzuola
SABATO 1 febbraio ore 17
presentazione del libro "Dallo Sputnik alla Luna" di Luigi Ragazzi
presso il Caffè Letterario del bar dell'ospedale di Fiorenzuola (PC) in via Roma 35.
Ingresso libero
Diario delle imprese spaziali dal 1957 al 1969" di Luigi Ragazzi e Lorenzo Giuseppe Di Fede.
Converserà con il pubblico Luigi Ragazzi, presidente di Italia Nostra Valdarda.

Fiorenzuola
SABATO 8 febbraio ore 17
Fausto Ferrari presenta il suo ultimo libro " SEMPLICI PAROLE SCOMPOSTE, cocci di bottiglia, avanzi d'amore e frasi confuse.... "
presso il Caffè Letterario del bar dell'ospedale di Fiorenzuola (PC) in via Roma 35.
Ingresso libero
Si tratta di un libro di poesie mie accompagnate dalle foto a colori di tanti amici di Facebook che mi hanno "prestato" le loro fotografie. Un libro di 120 pagine tutte a colori. L’autore: Fausto Ferrari nasce nel 1952 a Vernasca, dove vive tuttora. Co-fondatore, responsabile di redazione della rivista di storia locale “Quaderni della Valtolla”, per la quale ha scritto numerosi saggi sulla storia della valle (circa 15). Presidente del circolo culturale Valtolla (proprietario della rivista citata). Responsabile della sezione valdardese dell’associazione archeologica “Pandora”. Vice-presidente dell’associazione culturale “Amici dell’Antica Chiesa di S. Andrea del Castelletto”. Autore di diverse pubblicazioni di storia e racconti storici romanzati e di narrativa quali: “Cronache della Valtolla”, “Facce di Tolla”, “Valtolla e dintorni”, “C’era una volta la Val di Tolla”, “La chiesa di S. Andrea del Castelletto”. Ha curato il primo volume di Anna Prati Zani “Lettere al Direttore” e diverse altre pubblicazioni. Insieme a Sergio Efosi, oltre a diversi saggi sui “Quaderni della Valtolla”, hanno pubblicato il volume “Il Cammino di Santa Franca” arrivato alla sua terza edizione, “Veleia Augusta”, “Lettere al Direttore... e non solo”, dedicato alla memoria di Anna Prati Zani, la “Maestra della Valdarda”, “Eccellenze eno-gastronomiche in Valdarda e dintorni”, Dal Monterosso ai pisarei e fasò…” e il libro-guida “Sentieri di Morfasso”. Insieme hanno fondato la collana editoriale “Collane Piacentine”, arrivata, con questa pubblicazione, al n. 11. Si definisce un “pellegrino della vita” e ha percorso in più riprese i cammini devozionali “Cammino di Santiago de Compostela”, “Via degli Abati”, “Via Francigena”, “Cammino di San Francesco”, Cammino di San Benedetto, “Cammino di Santa Franca” e “Via dei Monasteri Regi”.

SABATO 15 Febbraio  ore 16
TOMBOLA di Carnevale
Porta tanti regalini incartati con le tue mani che verranno messi in un grande contenitore per poi essere distribuiti a tutti i partecipanti alla Tombola.
alle ore 16 presso il Caffè Letterario del bar dell'ospedale di Fiorenzuola (PC) in via Roma 35.

Fiorenzuola
SABATO 15 febbraio
SECONDO TEMPO di Federico Gaudenzi, giornalista.
Il libro racconta l’esperienza di un giornalista che viene messo a confronto, tramite diverse interviste, con il mondo dei pazienti portatori di lesione del midollo spinale, sia per trauma che per malattia. Questo mondo, in precedenza sconosciuto all’autore, si rivela un mare colmo di ricchezze.
Le otto interviste a uomini e donne che per incidenti sul lavoro, domestici, stradali, sportivi, atti di violenza o per malattia, si sono ritrovati con una grave lesione del midollo spinale, sono aricchite dai pensieri che la conoscenza stimola nello scrittore. I protagonisti infatti, grazie al loro saldo spirito, alla presenza di un solido nucleo famigliare, agli amici, all’amore per l’arte, lo sport o per la scienza, e forse anche al clima umano presente nel momento della riabilitazione in Unità Spinale, hanno trovato nuovi stimoli per vivere con serenità la nuova condizione legata agli esiti della lesione spinale, diventando campioni in ambito sportivo, scientifico, artistico o sociale. L’incontro con queste persone ha  fatto conoscere allo scrittore la loro forza e ricchezza interiore, e l’esperienza lo ha impressionato, come la luce su una pellicola, creando un’esperienza indelebile.
presso il Caffè Letterario del bar dell'ospedale di Fiorenzuola (PC) in via Roma 35.
Ingresso libero

Fiorenzuola
SABATO 22 febbraio ore 17
LETTURA PUBBLICA DI POESIE E RACCONTI
e presentazione del romanzo giallo - "Devoti alla causa" (Echos Edizioni, 2019) - ambientato per buona parte nel Piacentino tra Morfasso, Castell'Arquato e Piacenza.  L’autore  è il giornalista piacentino Matteo Billi
presso il Caffè Letterario del bar dell'ospedale di Fiorenzuola (PC) in via Roma 35.
Ingresso libero
“Devoti alla causa”, torna il maggiore Luca Valenti con una indagine che prende il via  da fatti accaduti durante la Resistenza a Morfasso e passa per il furto della “Madonna con Bambino” a Castell’Arquato
1943: durante la Resistenza, sull’Appennino piacentino, si incrociano le vite di due giovani che l’8 settembre ha messo su fronti opposti. Settant’anni dopo, sarà il maggiore Luca Valenti del Nucleo tutela patrimonio culturale dei Carabinieri a scoprire la verità, seguendo le tracce de “L’Adorazione del Bambino” rubata a Castell’Arquato in un viaggio a ritroso nel tempo tra la Pianura Padana e la Val di Fiemme.
2015: una giovane promessa del rugby viene trovata morta ai piedi del Ponte Romano a Parma. Valenti è convinto che non si tratti di suicidio, ma per fare giustizia si troverà a indagare all’interno dell’Arma. E dovrà fare i conti ancora una volta con il suo passato.
Si snoda tra l’Appennino piacentino, Piacenza, Parma, Bologna e il Trentino “Devoti alla causa” (Echos Edizioni, Giaveno-Torino, 2019), il secondo romanzo di Matteo Billi, giornalista professionista, parmense di nascita, piacentino d’adozione. Un giallo in due tempi che racconta in prima persona una nuova indagine di Luca Valenti, rientrato in servizio nell’Arma dopo un periodo di esilio volontario.
Passato e presente si intrecciano lungo la val d’Arda tra Morfasso e Castell’Arquato sulle tracce della “Madonna con il bambino”, quadro rubato negli anni Sessanta e ritrovato quarant’anni dopo a Venezia.
In filigrana, l’amore dell’autore per la sua terra d’origine e per la montagna, che insieme all’interesse per la storia e la vocazione per il giornalismo sono i tratti caratteristici del romanzo, che gioca tra attualità e finzione. Il libro infatti nasce da un attento lavoro di ricerca e documentazione condotto su più fronti, dalla Resistenza piacentina alla reale vicenda del quadro rubato passando per le dinamiche di una casa d’aste o i metodi d’indagine delle forze dell’ordine.
In “Devoti alla causa” il realismo delle descrizioni geografiche accompagna il lettore alla scoperta di Piacenza e provincia, Parma, Bologna e la val di Fiemme in Trentino, in una sorta di visita guidata virtuale in cui oltre a quartieri, edifici storici, paesaggi naturali, si esplorano le specialità enogastronomiche di cui è straordinariamente ricca la nostra Italia.
«Tre casi che la sapienza compositiva di Matteo Billi (oltre alla sua solida stoffa culturale) incastra a effetto l’uno nell’altro lungo un tragitto di anni, tra storici e contemporanei, narrati con la prosa lenta ma sempre egregiamente in linea con una complessa progressione di eventi che hanno la suspense come denominatore comune».
(Avvenire - Agorà)

SABATO 29 febbraio ore 17
Paolo D’Anna presenta LETTERE DA KETAMA , diario di un viaggio in Marocco.
Introdurrà e converserà con l'autore Lucia Dallabona
presso il Caffè Letterario del bar dell'ospedale di Fiorenzuola (PC) in via Roma 35.
Ingresso libero 
Ultima modifica: sab, 25 gen 2020 08:54:47 +0100 - Id: 255421

Archivio News    

Sono presenti nel territorio
aree hotspot in cui è possibile navigare gratuitamente.

Servizio a cura di Spaziotempo.

   
  Bandi

MATERIALI PROMOZIONALI
DELLA CAMPAGNA

 

 

Le tue scarpe al centro