Integrazioni al Piano di sanità e salute proposte dall' Ufficio Presidenza CTSS PC

Dall'istituzione
     

Le indicazioni - accompagnate dalla richiesta di un incontro a breve con il Presidente della Regione Emilia Romagna - riguardano i seguenti punti

POTENZIAMENTO DELLA MEDICINA TERRITORIALE:
⎯ sviluppo dei servizi erogati dai medici di medicina generale
⎯ maggiore prossimità dei servizi agli utenti
⎯ potenziamento della componente assistenziale territoriale,
⎯ potenziamento e investimento nelle Case della salute
⎯ potenziamento delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale (cd. USCA)
⎯ posti letto di cure intermedie
⎯ presa in carico cronicità
POTENZIAMENTO DELLA RETE OSPEDALIERA – RIVALUTAZIONE DELLA FUNZIONE STRATEGICA DEGLI OSPEDALI PERIFERICI E DELL’OSPEDALE DELLA MONTAGNA
⎯ OSPEDALE DI PIACENZA: deve essere attuato il consolidamento quale Hub provinciale del Presidio Ospedaliero di Piacenza prevedendone il consolidamento e l’ampliamento di vocazione sovralocale quale Hub di area vasta e regionale nelle numerose aree di eccellenza (Elenco non esaustivo: ematologia, cardiologia, immunogenetica, disturbi del comportamento alimentare, malattie genetiche, dialisi domiciliare, salute mentale)
⎯ OSPEDALE DI FIORENZUOLA: indispensabile un forte investimento per l’implementazione e lo sviluppo dell’Ospedale Riabilitativo (Blocco B) il potenziamento della Medicina con area pneumologia e subintensiva con anestesisti rianimatori e il completamento Area chirurgica
⎯ OSPEDALE DI CASTEL SAN GIOVANNI: risulta parimenti necessario un forte investimento economico per l’incremento in quantità e qualità delle attività e dei servizi sanitari erogati dal P.U. della VAL TIDONE con particolare riguardo all’attività chirurgica ortopedica, addominale e colon proctologica, con la copertura del primariato; potenziamento del personale medico-infermieristico e efficientamento strumentale tecnologico di tutte le aree già esistenti.
⎯ OSCO BOBBIO deve ritornare ad essere sede di Ospedale di Montagna
⎯ NUOVO OSPEDALE DI PIACENZA Primo ospedale post era covid in RER si richiede progettazione all’avanguardia dotandolo degli spazi, delle tecnologie, della flessibilità e di modelli organizzativi e logistici innovativi così da potere fare fronte a future emergenze; inoltre procedure rapide e snellimento burocratico per riduzione tempi realizzazione
RETE DELL’EMERGENZA URGENZA:
⎯ ripristino entro e non oltre il 31 agosto c.a. della piena operatività sulle 24 ore, dei Pronti Soccorsi di Castel San Giovanni e Fiorenzuola e dei Punti di primo intervento di Bobbio e di Farini;
PERSONALE:
⎯ Regione e Azienda Sanitaria si impegnino ad incrementare la dotazione organica del personale in termini quantitativi e la valorizzazione e la formazione
UNIVERSITÀ E RICERCA:
⎯ il potenziamento delle attività di ricerca scientifica, formazione e didattica corso di laurea di medicina con sede a Piacenza che si affianchi a quelli già esistenti di infermieristica e fisioterapia e di un corso di laurea in Fisiatria a Fiorenzuola, quale naturale sviluppo formativo aree di specializzazione gravitanti intorno alla futura sede dell’Unità Spinale. Valorizzazione dell’esperienza didattica della Camera operatoria virtuale di Castel San Giovanni.
VILLAGGIO PARALIMPICO DI VILLANOVA
⎯ Regione e Ausl devono impegnarsi nell’avviare e concludere nei più brevi tempi possibili i lavori di ristrutturazione e di creazione degli impianti sportivi la Regione deve confermare la copertura dei costi di gestione della struttura in associazione con il CIP.

 

https://www.comune.fiorenzuola.pc.it/documento-sgd/parere-udp-ctss-pc-ai-sensi-art.5-comma-1-legge-rer-292004

Ultimo aggiornamento: 09/07/2020 11:31.13